Strategia avanzata di money management

Strategia avanzata di money management

In rete si trovano migliaia di corsi più o meno validi, free o a pagamento, la sostanza è che una strategia di money management deve far riflettere e deve offrire al trader la consapevolezza che il richio compresa la perdita devono essere contemplati.

Quando iniziamo ad investire il nostro denaro dobbiamo già sapere quanto siamo disposti a perdere e che queste perdite non devono incidere sul bilancio familiare e tantomeno alla strategia d’investimento.

Ho creato questo video su Facebook ma anche su Youtube per aiutare le persone a comprendere meglio come fare per non perdere soldi e rovinarsi con questo genere di attività, che alla fin dei conti è un mestiere vero e proprio.

Money Management – Riflessioni

Immaginate di avere un capitale di €10.000 e di voler piazzare una operazione da 1 lotto, la regola base di money management ci impone di utilizzare uno stoploss per limitare a priori la perdita, ora immaginate che questo stoploss sia posizionato a 30 punti, a questo punto poniamo l’ipotesi che il prezzo inizi ad andarvi contro e che raggiunga lo stoploss chiudendo l’operazione, vi trovereste in perdita senza aver potuto far nulla per impedirlo, le domande corrette da porsi sono :

Sicuro che sia la strategia migliore quella di mettere lo stoploss ? come faccio a sapere se quello possa effettivamente essere il prezzo migliore per uscire ? è possibile gestire meglio la chiusura di una operazione ?

Ovviamente le risposte a queste domande le troverete nel video gratuito su descritto, nel video vi spiego come intervenire senza stoploss contestualizzando le operazioni.

Morale della favola

Non importa quale sia la vostra strategia d’ingresso, anche se questa ha una profittabilità del 50% il money management vi salverà sempre limitando le perdite gestendole con tutte le opzioni possibili percorribili, vi offrirà la possibilità di avere il controllo totale sulle evoluzioni del prezzo che nessuno a questo mondo può prevedere.

Miglior ingresso per una strategia di Antimartingala

Consolidamento

Il titolo di questo articolo potrebbe apparire forviante, in realtà non esiste un ingresso garantito nel trading e nello specifico nel Forex.

Possiamo tuttavia seguire la statistica, emerge che la condizione migliore per costruire una strategia di antimartingala, sia manuale che automatizzata, si presenta subito dopo un consolidamento.

L’immagine mostrata evidenzia quelli che sono i possibili ingressi su un time-frame a 1H, la caratteristica di questa tipologia di trigger è che può essere possibile identificare con semplicità un livello, il consolidamento viene preceduto da un impulso fortemente direzionale e il suo ritracciamento viene contenuto entro la percentuale 23.6 di Fibonacci.

Molti traders amano rischiare e al raggiungimento di 23.6 entrano con la loro strategia, noi consigliamo un apprroccio più moderato e aspettare che il prezzo chiuda sotto al nuovo minimo per i movimenti ribassisti o sopra il nuovo massimo per i movimenti rialzisti.

Se utilizzate Murphy Antimartingala per le vostre strategie riuscirete ad ottenere il massimo della esponenzialità, in manuale vi consiglio di calibrare gli ingressi con la Box Info.

Antimartingala manuale nel Box Info

Antimartingala - Box Info

Dalla versione 1.0.4 del tool Box Info è stata introdotta una nuova voce “Show Antimartingala” che permette di visualizzare la prossima size da aprire per una antimartingala piramidale manuale.

Per utilizzare una strategia di antimartingala professionale e semiautomatica vi consiglio Murphy che è un cBot che effettua il calcolo in automatico e in perfetta armonia con timeframe e volatilità.

Tuttavia potrebbe essere necessario utilizzare una strategia completamente manuale e tal proposito potete scaricare e utilizzare il tool Box Info : https://ctrader.guru/downloads/box-info/

Assumiamo sviluppatori C# per la cTrader

cTrader Guru home page

Avete capito bene, stiamo assumendo sviluppatori, in futuro ci serviranno altre figure con competenze diverse come ad esempio traduttori; web designer; sviluppatori php; etc…

Il nostro lavoro mogliora sempre più, ci siamo prefissati all’inizio di questa avventura di raggiungere un traguardo ambizioso, quello di essere il primo riferimento in Italia per la piattaforma di trading cTrader.

Il nostro format è molto alto e i nostri utenti lo sanno benissimo, affidabilità e sicurezza sono le 2 qualità che ci contraddistinguono dagli altri, oltre ad essere sempre più originali e propositivi con strategie e soluzioni all’avanguardia.

Teniamo molto ai nostri utenti, quindi, se pensi di essere abbastanza bravo da poter far parte del nostro team allora candidati subito inviando una email con i tuoi dati e una breve descrizione dei tuoi lavori a info@ctrader.guru oppure consulta la nostra pagina Facebook per maggiori informazioni, ti stiamo aspettando cosa aspetti.

Backtest e ottimizzazioni simultanei

cTrader Backtest

Backtest professionali e affidabili

ci sono davvero poche piattaforme di trading che offrono backtest affidabili, tra questi il primo in assoluto è la cTrader, simultaneamente si possono effettuare ottimizzazioni e backtest, si risparmia una mole enorme di tempo e di lavoro.

Vorrei soffermarmi sull’ottimizzazione, i concorrenti della cTrader non hanno mai implementato un sistema di ottimizzazione, almeno ad oggi io non ne conosco, questa procedura vi aiuta nel trovare il setup migliore per la vostra automazione in questo caso un cBot.

In basso troverete il video dimostrativo di come effettuare un backtest partendo dall’ultimo cBot che abbiamo rilasciato, totalmente free e scaricabile qui .

Questo l’ultimo cBot con relativa ottimizzazione :

D-RSI cBot Lab : strategia automatizzata eliminata, pessimo

D-RSI cBot Lab

D-RSI cBot Lab sembrava buono e invece

avete capito bene, abbiamo eliminato il progetto di automatizzare la strategia D-RSI è davvero molto difficile farlo.

Di una cosa siamo certi, che il nostro protocolo di verifica oltre ad essere rigido è altamente affidabile, le regole sono poche ma buone e tra queste c’è ne una imprescindibile che è quella del drawdown entro certi limiti, una automazione non può permettersi di fare operazioni con perdite troppo alte, queste devono rimanere entro certi limiti altrimenti viene scartato.

Ed è quello che è successo al nostro cBot, sembrava andare bene e invece, dopo tanto tempo speso ad ottimizzarlo e a correggerlo, ha ottenuto un drawdown eccessivo.

Questo l’ultimo aggiornamento del cBot D-RSI

cTrader-Guru – Divergenza, quando il mercato cambia ritmo

Divergenza

Divergenza , come riconoscerla :

questo particolare movimento si manifesta quando il prezzo prende o mantiene una direzione e l’indicatore va nell’altra ( non segue l’andamento ).

Qualsiasi indicatore, meglio se un oscillatore, può andare bene anche se noi preferiamo utilizzare il Momentum a 90 periodi su time frame 1H perché riteniamo sia il migliore in assoluto per valutare questo genere di movimento o cambiamento.

Nell’immagina qui sopra possiamo notare come il prezzo mantiene con costanza una direzione ribassista mentre il Momentum non segue più questo andamento e inizia ad andare nella direzione opposta formando una divergenza appunto.

Utilizziamo la divergenza in strategia

Divergenza - Momentumil Momentum fa parte della collezione di indicatori compresi in cTrader, di solito il livello 100 o in altri terminali livello 0 rappresenta un punto di svolta, poiché misura la distanza dal prezzo corrente a quello del periodo precedente ( candele precedenti ) il livello 100  rappresenta il momento esatto dove il prezzo è identico quindi vuol dire che o rimbalza per poi tornare al movimento di prima o lo rompe per cambiare trend.

Le strategie possono essere molteplici ma quella più utilizzata con le divergenze sono i canali o trend following, in presenza di una divergenza si aspetta la rottura del trend o del canale, l’ingresso è previsto al pullback o al ritracciamento di Fibonacci.

Si manifesta in presenza di cambiamenti di trend quindi il suo utilizzo sarà indicato per strategie a medio / lungo termine, tuttavia questa condizione si presenta su qualsiasi time frame offrendo maggiori spunti operativi intraday.

Tutti gli indicatori compreso il Momentum operano sul passato, le informazioni che restituiscono sono basate sul passato, l’unico modo per avanzare una congettura per una previsione è basarsi sulla statistica e con la divergenza otteniamo una informazione molto affidabile.

cTrader Guru – Come utilizzare il Currency Watch

Currency Watch

Perché utilizzare il Currency Watch ?

prima di tutto dobbiamo chiarire questo particolare, il Currency Watch fornisce una informazione importante per intraprendere una strategia intraday, visualizza la forza di ogni valuta major ovvero intraprende un’analisi incrociata su tutti i cross di tutte le valute major e restituisce la rispettiva forza.

Fatta questa premessa prenderemo in considerazione per gli acquisti solo le valute più alte e per le vendite quelle più basse, magari incrociando i più alti con i più bassi, ad esempio se la valuta con più forza è EUR e quella in maggior sofferenza è USD valuteremo strategie long per EURUSD.

Se volessimo avere una visuale personalizzata solo per le valute con il quale stiamo lavorando, ad esempio se abbiamo un grafico su GBPUSD e volessimo controllare solo la forza di queste due valute allora potremmo utilizzare il Currency Watch Current :

Currency Watch Current

Qualsiasi sia la vostra strategia è sempre bene sapere con quali valute lavorare e soprattutto evitare di prendere direzioni errate.

Entrambi gli indicatori funzionano su time frame 1H per il semplice motivo che il confronto è ottimale e si evitano confusioni inutili.

cTrader Guru – Strategia ADX, come un vero professionista

Con la strategia ADX è difficile sbagliare

vi starete chiedendo, ho già sentito parlare di questo indicatore ma come faccio ad utilizzarlo al meglio ?

In rete ci sono tutorial e strategie basate su questo indicatore ma in realtà non c’è molto da dire perché il suo utilizzo è davvero molto semplice.

Nel video vi insegno, con semlicità appunto, come guadagnare anche perdendo meno grazie al suo risk : reward elevato mai al di sotto di 1 : 2

Buona visione.

cTrader Guru – ADX, l’indicatore per interpretare i trends

ADX

L’indicatore ADX viene usato per i trends :

in alcuni casi questo indicatore è stato sostituito con il Vortex, ma l’indicatore ADX è molto più potente e avanzato di qualsiasi altra copia o clone esistente.

Vediamo nel dettaglio come interpretare correttamente l’indicatore ADX :

ADX Break Out

quando si genera un cross, ovvero il passaggio dall’alto verso il basso e dal basso verso l’alto delle due linee DI+ e DI- e viceversa bisogna aspettare la rottura del minimo o del massimo della candela in corrispondenza di questo cross, se il movimento sarà in rialzo aspetteremo il break out del massimo mentre se sarà a ribasso aspetteremo la rottura del minimo.

Qualche trader alle prime armi potrebbe fare confusione ma in realtà non c’è nulla da aver paura, basta inserire un periodo giusto come ad esempio 14 su un time frame adeguato come ad esempio 1H e il gioco è fatto.

La linea blue o più comunemente chiamata ADX indica la volatilità del trend, praticamente come l’ATR ( Average True Range ) ci indica se vale la pena aprire posizioni o meno, se è in salita o cumnque al di sopra di un livello accettabile che di solito è 18 allora ci possiamo aspettare una forte direzionalità.